Visita ad una vecchia amica

Al ritorno da Lagolo siamo andati a trovare Martina. (La prima festa a cui ci siamo “imbucati” era la sua, oltre 8 anni fa). La tanuccia di Martina a Pradellano è stata adatta, come sempre, ad ospitare discussioni importanti, davanti ad un tè caldo e alle meringhe con la panna. Le abbiamo portato una scorta di tisana alla lavanda, ci siamo immersi nei fioretti (quelli degli esami sul sottobosco e quelli del suo giardino, anche se pioveva) e ci siamo dati un bacio sotto la meridiana, elemento tipico di tutte le case del Tesino.

Cosa cucinare al ritorno dalle vacanze

Rientro dopo Ferragosto: disfatte le valigie, un salutino a casa della mamma, e per cena ci vuole qualcosa di veloce (anche perchè il frigo è vuoto…).
Ecco pronta una ricetta ispirata da un piatto che ci è stato preparato una sera a Lussinpiccolo: la pasta alle erbe. Per i dettagli della preparazione, consultare la ricetta della pasta alle erbe.

Pasquetta: gita fuori porta

Pranzo appena fuori dal portone:
in portico, con ‘suoceri’ e genitori.
Come rito di primavera,
le mamme si sono scambiate gli alberi figli:
regalato un arbusto di due anni,
nato da seme, cioè dall’osso
di un amolo caduto dall’albero più grande.
Lo abbiamo portato in processione,
insieme agli altri doni:
un’incensiera di dolci zuccherati,
pervinche, iris e terra buona.