Siamo tornati!!!

Evviva, rieccoci qua!

E’ bello essere di nuovo a casa, pieni di immagini negli occhi e di idee.

Beh, vi raccontiamo ancora l’ultima tappa del viaggio di nozze, la serata a Genova di mercoledì scorso, che ci ha portato dei piacevoli incontri a sorpresa. Dopo una visita al centro, Palazzo Ducale, Piazza de Ferraris con la splendida fontana circolare, e il duomo di San Lorenzo, siamo andati a cena da Ugo. Davide ha potuto così provare il menù super tipico-casalingo di Ugo (da me più volte testato), cioè i pansotti con le noci e le acciughe ripiene. Il figlio di Ugo, Fabrizio, condiva la cena coi suoi battudoni, e siccome ci ha beccati mentre li annotavamo in una lettera, ce li ha pure chiesti per appenderli nel locale… quando ci torno, controllo!!!

La sera, super concerto (ciò, muli, che fortuna, ogni volta capitemo nei posti nella data giusta!!!) del gruppo ‘migliore dell’anno’ secondo noi , e cioè i Perturbazione, con cui ci siamo fermati per un po’ di chiacchiere dopo gli autografi.
Saluti, a presto!!

Avignone e la Provenza

Ieri siamo arrivati su fino ad Avignone col treno. Nonostante lo sciopero dei treni, abbiamo trovato le corse garantite sui regionali che ospitano gratuitamente le bici.
Avignone é la città dei papi, che vi hanno trasferito la sede per un secolo. Il castello dei papi è il più grande edificio gotico, infatti non finisce più. Il bello è che ora è restituito alla città per svolgervi spettacolari performance teatrali durante il festival di Avignone, di cui abbiamo visto solo alcune prove perchè si svolge il mese prossimo. Infine la sera abbiamo trovato il festival del cinema ed apprezzato un buon film di Richard Linklater in lingua originale inglese: “Before sunset”.
Ah, ma non abbiamo detto del festival della musica che invece si svolgeva ieri in tutta Francia e quindi anche a Tolone dove eravamo noi! Oltre al calendario ufficiale di eventi musicali che promettevano di proseguire fino al mattino, c’era in tutte le piazze un’aria di festa, con gruppetti locali che suonavano per i bar, e gente raccolta sulle fontane o sugli scalini e qualche matto ‘mulon’ francese che ballava. Nel passare da una piazza all’altra sentivamo i vari gruppi ed era un po’ come cambiare continuamente disco a seconda delle preferenze…
Infine la Provenza. Vederne la parte rurale e i tipici campi di lavanda sembra un continuo inseguimento. tanto pubblicizzata, e poi presente su siti poco accessibili (no treni, alture del monte ventoso – quello del tour de france…). vedremo cosa riusciremo a raggiungere oggi pedalando.

A bientot!
festa della musica a Tolone i papi e la musica i papi e il gotico gnam!

tempi tecnici / 2

Uaaaoh, che bello, ieri siamo andati in Villa Revoltella ad accendere di magia la sala col Maestro Riccardo… (eh, non vi svelo cos’era!).

La custode dello chalet ci ha detto che lo aprirà per noi mezz’ora prima. Noi saremo giù al parco dalle 15:30 – 15:45… mica faremo gli sposi che si fanno attendere! Chi vorrà raggiungerci anche nei minuti precedenti sarà il benvenuto. Così alle 16 si comincia puntuali… (brrr! sempre più vicinoooo!)

Le regole dei tempi tecnici

Asterios ci racconta i commenti degli amici e conoscenti che gli fanno visita. “Che strana idea, mai sentita una lista nozze in libreria!”; “Che titoli difficili hanno scelto questi ragazzi!”.

I libri da noi indicati sono quasi tutti stati presi. Sembra che siano quasi finiti, ma non lo sono! C’è un secondo gruppo di volumi (alcuni in lingua originale inglese) che è stato ordinato e che deve ancora arrivare. Ma se arrivano dopo (nel senso di dopo), possono essere scelti lo stesso, o non valgono più? Voi che ne dite?

p.s. abbiamo perso le mail inviate nell’ultima settimana alla posta di davidaola: chi ci ha scritto o risposto, ci rimandi il messaggio per cortesia!!!

Non c’è solo Virginia Woolf (anche se è un faro)

Sono molti gli appuntamenti del Festival dell’Editoria Scientifica (FEST) a cui abbiamo assistito. Ad esempio, ieri ero con Ambra alla tavola rotonda degli editori. Quando ho chiesto loro di citarmi alcuni titoli di saggi scritti da donne, sono andati in crisi…

Nella lista nozze fatta presso la libreria di Asterios, metà dei libri da noi scelti è scritta da autrici donne. Saggistica compresa.

fioretti maggiolini

Che fare nel weekend lungo del primo maggio?

Distribuzione delle partecipazioni e degli inviti a tutti gli amici alla festa fragoledimaggio. Concerto di Clara in ricordo del papà di Betti. Giro in bici sulla pista ciclabile a velocità smodata. E tuffi nell’erba tra i tulipani del parco di Arboretum! A me fa impazzire soprattutto questa foto (fatta da superdodo): c’è Ico spiaccicato sull’erba e Palla che tenta la foto aerea!!

Piccolo riassunto dell’ultimo mese

Grande concerto dei Marta sui tubi ieri sera: potenza! Sabato scorso: treno più bici, pedalata fino all’isola della Cona (grazie a Valentina o Alessandra di Fiab Ulisse per le indicazioni sull’itinerario). Pasquetta a Grado con Dodo e Bibi + l’aquilone (acqua calda, sabbie mobili, buon pane fatto in casa). Tramonto coi riflessi sul palazzo del Lloyd. Cena di classe con Lety da Barcellona. Glicine nel giardinetto sotto casa. Pasqua con Brian di Nazareth (giusto, no?). Mostra psichedelica di arte contemporana in una nuova sala aperta in città. Arrampicata sul Taiano finchè ce la fai. Giro in bici virtuale con Emilio Rigatti (ancora una volta è suo il libro in lettura). E ballare il Walzer Transgenico tutto il tempo!!!

il sonnambulo vanitoso

Ormai le chiacchierate notturne del Dado sono un classico, di cui l’aggiornamento a puntate non può mancare.
Sentite l’ultima, ovviamente tutta detta di notte, senza poi ricordarsi niente al mattino dopo, veramente!

DADO: “Sei la Paola di tutti i miei disegni…”
(e poi, aggiunge): “che bene che mi è venuta questa, bisogna metterla nel blog!!”