Il percorso Vertikala e i sentieri sotto la Napoleonica

Che bel!
Come primo post dell’anno, possiamo registrare una splendida giornata di sole.
Oggi abbiamo esplorato i boschi delle colline sotto l’altopiano, e siamo andati a caccia di sentieri nuovi. Riferimento, come sempre: la cartina Tabacco n. 47.

Il primo tratto che abbiamo percorso è stato il sentiero Vertikala.
In teoria questo sentiero inizia nella parte più alta di Scala Santa, subito sotto il ponte per la ferrovia. In pratica abbiamo verificato che quel tratto è mezzo abbandonato, per cui conviene entrare nel bosco più in giù, dove comincia il gruppo più folto di case. Si entra di fronte all’uscita del sentiero Piscianzi-Scala Santa (a destra per chi scende), e si procede giù per la collina in direzione dell’antenna di Gretta.

Il punto più basso del sentiero Vertikala attraversa il rio Martesino. Nell’avvicinarci al rumore dell’acqua che sembrava piuttosto forte, abbiamo temuto di incontrare delle difficoltà ad attraversare il guado. Invece l’attraversamento è comodamente garantito da un ponte, si prosegue dunque dall’altro lato in un bosco curato.

In meno di un’oretta si sbuca in via Bonomea, e per noi in quel momento era arrivata l’ora di pranzo.
Abbiamo però ceduto alla tentazione: continuiamo la passeggiata, un altro sentiero ci attende!

Solitario Viandante Palla nel bosco Palla nel bosco l'identificativo della rotta
l'ingresso al sentiero della Strada Stefania da Gretta muschio alla base guado sul rio Bovedo sentiero identificato in bianco e blu

Era da un po’ che volevo percorrere la Strada Stefania nella direzione da Gretta a Prosecco. In passato ci avevo provato solo dal lato opposto, perdendola a metà.
Con questa idea in mente, ripartiamo per un’altra ora di strada.

Attraversiamo via Bonomea, saliamo di pochi metri fino alla fontana, e ci inoltriamo tra le case in via Terstenico.
Il sentiero riparte da lì nel bosco, con grande vista sul mare a sinistra. Si scende un po’, e si superano due guadi senza difficoltà.

Il secondo guado è quello del rio Bovedo, ed è lì che la nostra esplorazione incontra un nodo.
Dal guado del rio Bovedo infatti si apre la scelta tra almeno tre diramazioni del percorso. Noi abbiamo deciso di rimanere sullo stesso livello di quota, e così facendo ci siamo inoltrati presso la conca di Cjevoline, e abbiamo visto apparire la strada Napoleonica guardando da sotto in sù. Senonché, tra noi e la Napoleonica stava un ampio solco nella collina che ci manteneva separati da essa. A quel punto, abbiamo capito che la Strada Stefania era persa.
Per continuare sulla Strada Stefania (che dopo il guado in qualche modo risale, attraversa la ferrovia e si posiziona sul costone della Napoleonica, agganciadosi immediatamente sotto ad essa) avremmo probabilmente dovuto fare una scelta diversa al guado. Poco male, ci riproveremo la prossima volta.

Il nostro giro si è concluso dunque più in basso, sbucando in via Ulderico Moro. Il curvone di strada del Friuli era a portata di mano. Siamo ritornati a casa in bus, per un pranzetto tardivo e affamato.

un tronco piuttosto ingallato il sole che bacia il golfo davidaola love uno scorcio da sopra il Faro
le quercie dalle foglie dorate dolci piantine del sottobosco riflessi sullo stagno nel bosco lo stagno a metà strada
il bosco sopra Strada del Friuli Miramare visto dal bosco luci sparse sull'acqua le Alpi dietro il castello

3 pensieri riguardo “Il percorso Vertikala e i sentieri sotto la Napoleonica”

  1. Ciao! Ho trovato il vostro blog cercando notizie sulla Vertikala in “Google”. Anch’io ho tentato di percorrerla ieri, 14 febbraio, con mio marito, volevamo arrivare a Contovello ma siamo finiti anche noi in strada del friuli, anche se un po’ più avanti rispetto a voi e siamo scesi a barcola per via dei Panzera.
    In effetti certi tratti sono ben indicati (l’inizio assolutamente no) ma ogni tanto ci si trova davanti a bivi misteriosi.
    Riproveremo… chi trova il tratto mancante per primo molli un fischio!
    ciao
    elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.