Cose che di solito non si vedono – blu

Ho fatto una raccolta di foto strane.
Quelle che mi hanno permesso di fissare, in modo che non scappino più, forme fuggevoli e rare, che non è facile ritrovare e rivedere.

Mi piace cominciare con un fenomeno portato dalla Bora: l’ondulazione della linea d’orizzonte, quando il vento spazza via l’evaporazione del mare.
E poi gli occhietti delle ranocchie curiose, come palline che sbucano a coppie, sul pelo dello stagno rugoso di foglie.
I riflessi del cielo e delle nuvole sull’acqua, trasformati a forma di anelli.
Lo sprofondamento della foglia sotto il suo peso, fino a restare sepolta nel ghiaggio.
La neve che cade incolonnata sul lago, durante la pedalata in Svizzera con Chini.
Il cielo diviso a settori dalle fronde d’albero guardate verso l’alto.
Il blu della superficie del mare, con i disegni delle corde nei giorni della Barcolana.
Le bolle d’aria attorno agli occhi di Dado, quando si tuffava nella piscina di vetro.

vibrazioni all'orizzonte occhietti cielo sull'acqua l'orma del tempo
nevica sul lago tuffo negli alberi onde e anelli blu dado in acqua!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.