Arte olandese

Il quinto giorno di viaggio, giovedí, é stato caratterizzato da un grosso rafreddore per Paola. Ecciú! Evviva il vento dell’Olanda! (si fa per dire).
Dopo una colazione da re, abbiamo deciso di fissare il B&B presso L’Aia per un paio di notti, accantonando le bici per un po’.
É stato dunque il giorno dei musei: il Maurithuis (che conserva opere di Vermeer, Rembrandt, Rubens e Van Dyck) e il museo Escher (non solo rompicapi a incastro, ma anche grafica incisoria sopraffina). Una esperienza che fa venir voglia di essere a nostra volta artigiani creativi!

Colazione da re Mauritshuis La ragazza con l'orecchino di perla palla al museo Escher
Pineta Costruzioni di Escher Pond Escher

2 pensieri riguardo “Arte olandese”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.