Trieste-Orlek in bici – parte1

Al sabato mattina, in questa stagione, sono in molti ad avere la mia stessa idea.
In molti fanno colazione, inforcano la bici, si dirigono verso Piazza Oberdan per prendere il tram, fanno uno scattino finale per superare gli eventuali altri ciclisti, e sperano di accaparrarsi un posto in prima fila che permetta di caricare la bici sul tram per Opicina…

Per fortuna i sabati e le domeniche, sui tram che partono da Piazza Oberdan alle ore 9.11, 10.11 e 11.11, si possono caricare non solo tre, bensì fino a sei bici, infatti è riservato ai ciclisti anche il vano presso il guidatore (in quelle occasioni equipaggiato con un porta bici): quindi le possibilità di avere posto per tutti aumentano!

culetto di cinghialetto il sentiero che porta a Trebiciano fioriture sul Carso fioriture del sottobosco
carso Lo stagno di Banne il sole nel pozzo catenelle di uova nello stagno

Il programma del giro era esplorare la nuova pista ciclabile Opicina Orlek. Il percorso, quasi interamente fuori strada, è il seguente:
Opicina obelisco – quadrivio di Opicina a destra – un breve tratto su strada – ingresso in un vialetto in ghiaia sulla destra – arrivo a Banne, presso il pozzo storico – Caserma Cimone – Campo Carri – sottopasso sotto l’autostrada – tratto ciclabile verso Trebiciano – Trebiciano centro – pista ciclabile in asfalto rosso verso il confine – Abisso di Trebiciano – Orlek.
Buon itinerario, gradevole e alla portata di tutti.

All’andata, lungo la risalita dell’altopiano, ho visto un gruppo di cinghialetti dai simpatici musi appuntiti… sgrunt sgrunt!
Al ritorno mi sono diretta verso il sentiero del Capriolo, e sono passata presso lo Stagno di Banne.
Ho trovato uno stagno apparentemente in letargo, mosso solo dalle lumachine che cominciano ad affollarsi sul pelo dell’acqua. Però osservando con più attenzione nello stagno, ho trovato delle catenelle filamentose che ospitavano delle serie di perle nere lucide e sferiche… probabilmente delle uova. Forse i Tutori degli Stagni mi sapranno dire qualcosa…

Un commento su “Trieste-Orlek in bici – parte1”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.