Ogni mattina una vista diversa

Ieri mattina mi sono svegliata presto, e così ho potuto prendere uno di quegli autobus che non becco quasi mai, prima dell’alba.
Però c’era già luce, finalmente se n’era andata via la foschia, e il cielo limpido era luminoso, sì le giornate si allungano!
Quando l’autobus passa sulle rive, io di rito alzo la testa dal libro, e guardo nubi e luci dietro S.Antonio, oppure il mare che ogni mattina ha un colore diverso.
Però stavolta uno strano faro mi ha colpito la coda dell’occhio, proveniente da un lato inatteso. Riguardo sul mare… la luna! Enorme, luminosa al massimo, non ancora tramontata! Una luna piena grande, sul mare freddo metallico e le montagne di nuovo a vista, con lo sfondo azzurro viola del cielo pulito. Valeva la pena svegliarsi presto per vedere questo spettacolo!
Mi è sfuggito un ‘uao’ sottovoce, e anche altre persone nel bus si sono girate verso il mare come me, e sono rimaste a fissare il faro a lungo, imperterriti, finchè il bus al semaforo non è ripartito di nuovo col verde.

La foto di seguito è stata scattata dal nostro amico flickeriano Xamad, che si dedica nelle ore notture alla fotografia astronomica… ciao Gianni!
guellKal4

Un commento su “Ogni mattina una vista diversa”

  1. Era mercoledì. A quella stessa ora ero arrivato a Barcola con il 6 con l’intenzione di farmi la camminata fino al bivio di Miramare. Dopo giorni di nebbie lombarde e tempo da trote, ho visto appena sveglio il cielo limpido pieno di stelle e ho deciso di rinunciare alla solita nuotata in piscina e di andare a vedere la scogliera e il mare rabbioso illuminato dalla luna piena. Faceva freddo, non c’erano nemmeno i gabbiani e solo un cormorano per niente infreddolito si faceva la colazione con le sue prolungate immersioni. In lontananza si stagliava il castello di Miramare di un colore rosa pallido ma non ancora illuminato dal sorgere del sole. Dietro si intravedevano le montagne con le cime innevate dalle abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi.
    Precorrendo i tempi con la fantasia e il desiderio ho immaginato i prossimi bagni estivi. E’ il giro di boa delle stagioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.