Prendere il proprio posto al tavolo delle decisioni

Non è facile tradurre in italiano il titolo dell’ultimo libro di Sheryl Sandberg, “Lean In“.
Io l’ho letto in inglese, la versione italiana titola così: “facciamoci avanti”.
Secondo me potrebbe essere espresso in vari modi: farsi strada, aprire la porta, scegliere il passo in avanti anzichè quello indietro, essere disinvolte e occupare il proprio posto al tavolo, perchè no?

Di vari libri che ho letto sulla questione di genere in ambito professionale, questo sicuramente è uno dei più vivaci e brillanti, che lascia un senso di buon umore e possibilità.
Si può certo dire che l’autrice interpreta il suo messaggio anche con lo stile di scrittura.

Come riassumere i diversi spunti offerti da questa lettura?
Sappiamo che le carriere femminili sono bloccate da una serie di inibizioni interne ed esterne, però, secondo l’autrice, i freni che la cultura ci ha fatto introiettare, ormai li abbiamo capiti, no? quindi riconosciamoli e leviamoceli di dosso.
Cito uno dei suoi messaggi semplici e immediati: “the power of the authentic self”. Si sente, l’energia, quando si è sè stessi.
Sheryl Sandberg, direttore operativo di Facebook, di recente nominata da “Time” una delle 100 persone più influenti al mondo, non si rivolge solo alle sue colleghe: parla anche agli uomini, a quelli che credono veramente in un mondo equo e paritario. E non risparmia aneddoti personali relativi a colleghi famigliari e amici, maschi, che hanno fatto la propria parte, che l’hanno aiutata, trattata in modo rispettoso, che hanno condiviso con lei obiettivi professionali stimolanti, interpretando correttamente la condivisione dei ruoli. Quindi, giustamente, una buona parte dei capitoli del libro è dedicata anche loro.
E’ più efficace, affrontare le cose assieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.