Ritorni a casa

E’ tardi, sono da poco tornata da un’altra trasferta al salto, e non riesco a dormire. Evidentemente è la stanchezza.

Però sono contenta.
Tra le varie cose, per il fatto di essere riuscita a vedere gli amici, nonostante le mie sparizioni per viaggio, sia stasera, che l’altra settimana.

Questa sera, appena tornata a casa, ho avuto giusto il tempo di mollare la valigia, e sono andata a cena da AleBibi&Dodo per una pizza (dopo appuntamento con Dado alla pizzeria per asporto). Da loro abbiamo potuto osservare che Ale comincia a parlare, un po’ alla volta. Tra le sue prime parole, ci sono “acqua” (o meglio “acca”) e “cacca”; entrambe usate in caso di ovvie necessità…

L’altra settimana invece ero rientrata dal viaggio ben più tardi, alle undici e mezza di sera. Dado era appena andato al cinema con Carluca, e io già stavo rimpiangendo il fatto di aver perso una serata con gli amici. Quando mi è venuta un’idea: perchè non incontrarli al mio arrivo?
E così ci siamo dati appuntamento poco più in là della stazione dei treni, in gelateria! Oh, devo dire che la gelateria stava chiudendo. Giusto il tempo di portarci via le nostre coppette. Tanto meglio: siamo andati tutti in giardinetto, per una mini chiacchierata notturna (che mi ha anche fatto da “bentornata”). Sulle ali di legno dell’aereo del parco.
Un classico delle notti estive in compagnia.

petali di notte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.