Il merlo e il pettirosso

Domenica scorsa ero a pranzo dai miei.
Il sole era esplosivo, sull’arrivo della primavera non c’erano dubbi.
Mandorlo in fiore, tromboni sbocciati, pervinche e violette a ciuffi abbondanti. Manca solo che la pervinca fiorisca anche nel vaso che sta alla finestra di casa mia, e la bella stagione sarà arrivata in ogni angolo.
Presso il portico che dà sul giardino dei miei, si aggiravano due visitatori ormai abituali. Un merlo maschio, becco giallo, e un pettirosso panciuto, collo arancio. Evidentemente hanno messo casa nei dintorni, sicuri di trovare scorte di briciole e vermetti a volontà! Vanno, tornano, vanno, tornano… Quando il merlo si avvicina, il pettirosso che è più piccolino si nasconde: si infratta tra i rami, guarda attento… e aspetta il suo turno per tornar fuori. Il merlo invece è più gradasso, attraversa il vialetto come se fosse suo, quasi quasi butta pure un occhio verso l’ingresso, dalla porta aperta…
Noi stiamo ferme in osservazione, e come dice mamma, “facciamo finta di essere degli alberi”…

il mandorlo in fiore pettirosso ciao merlo! Il merlo casalingo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.