Risveglio

Ora basta esere irrigidita, basta sentire brividi di freddo.
Basta urlare nel sogno della notte fino ad interromperlo, basta mettersi in disparte e aspettare che la folla passi.

Ora posso in ogni momento richiamare a me la festa a casa di Martina, la sensazione di essere pronta a ballare. Posso allargare il mio spazio come davanti ad una platea, posso muovermi euforica ad un cocktail party. Ho per me la linea netta della luce bianca che attraversa il ghiaccio. Scopro l’insetto vestito di un abito di brina che si muove e si risveglia.

La foglia nel ghiaccio aria e ghiaccio
menischi di ghiaccio sto spuntando
vena verde il profilo della brina
linea di confine a me il fuoco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.