Genova e i suoi sapori

La scorsa settimana sono stata di nuovo a Genova per lavoro.
Ormai Genova comincio a conoscerla. Mi ci muovo a piedi, o in metro, senza problemi.
Piazza De Ferrari con la armoniosa fontana rotonda, via San Lorenzo coi marmi bianchi e neri a bande alterne, via Garibaldi col Palazzo Rosso e i musei, viale XX Settembre con tutte le insegne al neon, il porto antico con le opere di Renzo Piano riflesse sull’acqua…
Per scoprire cosa avviene di interessante la sera, vado a vedere i manifesti coi calendari dei teatri a Palazzo Ducale, a Piazza delle Erbe, al Teatro della Tosse.
Per mangiare la focaccia genovese vado da Zena Zuena, che vuol dire Genova Giovane. Tra le specialità del luogo ho scoperto la spettacolare farinata di bianchetti: una focaccia sottile e dorata a base di farina di ceci, coi pesciolini fritti che confonderesti con fettine di cipolla, se non fosse per gli occhietti che spuntano come capocchie di spillo…

via garibaldi paola a genova focaccia e farinata farinata di bianchetti

Un commento su “Genova e i suoi sapori”

  1. caspita ogni volta che vado in liguria ingrasso di un paio di chili!!!
    tra focacce, farinata, testaroli… mmmmmm non so più dove sbattere la testa!
    che acquolina che mi hai fatto venire :|____

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.