Weekend lungo a Firenze – 1

Domenica e lunedì di festa, mentre Dado andava a Rovigo con le sue squadre di hockey, io sono stata per la prima volta a Firenze. Mi sono fatta un’agenda piena di appuntamenti: mostre d’arte rinascimentale e contemporanea, cinema ed eventi, prenotazione dell’ostello dal web e ritorno col treno del martedì.

La prima tappa, dopo l’arrivo con la luce delle due, è stato il Duomo. La facciata appena restaurata era sfavillante nel sole: bianco, rosa e verde come una cassata coi canditi. Il lato di fronte era appena stato pulito, e pareva irreale nella sua limpidezza di colori, abituati come siamo alle pareti nere di fuliggine (che pure erano ancora presenti sul retro, coi lavori di pulitura in corso). Mi sono avvicinata ai marmi appena grattati: a sfiorare la pietra porosa, pareva messa a nudo, con le venature di carne rossa. Mi sono domandata: Come potrà non venir più rovinata dal traffico in futuro?

la facciata rinnovata la gente La cupola colori canditi
il marmo rosa i trafori sul cielo il retro nero di fuliggine arno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.