Combinazioni

Questa mattina, dormiamo della grossa, quando un rumore insolito ci sveglia.
Accidenti! Chi è che scoccia!
Dado guarda… è un messaggio sul suo telefono.
Dado legge: “Paola! E’ per te! E’ Ambra che dice che stasera vi trovate alle sette e mezza per una pizza alla lanterna!” (alla lanterna? ma se ci eravamo dati appuntamento alle nove in gelateria? boh, avranno cambiato).
Dado guarda ancora meglio e nota che… “Accidenti! Sono le nove e un quarto! Dovrei già essere al lavoro da un pezzo!”. Si veste, corre fuori senza colazione, e via.
Io, ancora immersa nei fumi del sonno, mi dico: che strano, nessuna delle nostre due sveglie ha funzionato. Poltrisco ancora un poco e poi, purtroppo, mi devo proprio alzare: posso usare la flessibilità di orario ‘extra’ ed entrare alle dieci, però per riuscirci devo prendere l’auto e non il bus.

Arrivo in tempo, a filo delle dieci, e la giornata scorre veloce.
A fine pomeriggio chiamo Dado, e ci organizziamo per l’appuntamento per la pizza che è poco dopo. Prima però, presa dal dubbio, chiamo Ambra e controllo.
“Ambra, come mai hai mandato il messaggio sul telefono di Davide e non sul mio?”
“Ma se il telefono di Davide io neanche ce l’ho!”, mi risponde “noi ci troviamo alle nove come avevamo detto”.
Ah.
Allora, che cosa sarà stato?
Arrivo a casa e avviso Dado.
Lui riguarda… “C’è scritto proprio Ambra, però è un numero che non ho! Cosa facciamo, capitiamo da questi tipi in pizzeria a sorpresa, e anche se è stato un errore ci infiltriamo?”
Alla fine si è scoperto l’arcano: era Ambra della scuola di musica, Dado se n’era dimenticato.

Però, una cosa è certa. Meno male che quello strano messaggio è arrivato: sennò noi, questa mattina… chissà quanto dormivamo!!!

Un commento su “Combinazioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.