Il matrimonio di Ico e Cla – parte 1

Il matrimonio di Ico e Cla è stato il più ricco evento nuziale prodotto in casa che abbiamo visto finora. Tre giorni di festa e numerose idee personalizzate o realizzate con l’aiuto di amici: dal vestito della sposa, fatto fare in Argentina su disegno di Clara, allo stile di Federico per il rito: abito gessato e sandalo infradito (e gli stava proprio bene!), per non parlare di tutti gli elementi della festa svolta a casa a Spilimbergo, di cui avrò da parlare per giorni.
Vale proprio il detto: dimmi come ti sposi e ti dirò chi sei. Infatti, dal modo in cui viene colta l’occasione di esprimersi durante questo evento, si possono notare molte caratteristiche caratteriali e della visione del mondo delle persone che lo organizzano.
Per Federico e Clara è naturalmente ovvio non avvalersi di nessuna immagine o soluzione già pronta e mettere insieme le tappe del proprio percorso con le proprie mani, tenendo bene in considerazione la rete di amici.
Quando ho chiesto come hanno fatto ad organizzare tutto quello di cui vi parlerò (da remoto, peraltro, essendo lui a Cambridge e lei a Trieste negli ultimi mesi), Ico mi ha risposto: “Skype!”. Chissà a quanti, degli oltre cento invitati, era stato assegnato un compito per contribuire all’evento.

Noi, di compiti, ne abbiamo avuti due, e del tutto lusinghieri.
Dado ha portato da Trieste il prosciutto cotto caldo che ha fatto da apertura al buffet (poi continuato all’infinito), ed è stato molto apprezzato per questo. Io ho avuto l’onore di disegnare il logo che raffigura Federico e Clara assieme (logo realizzato dopo lunghe tappe di revisione insieme a loro, che ne hanno seguito attentamente i dettagli di realizzazione!). Ho avuto la sorpresa di ritrovare il disegno non solo sulle originali partecipazioni (dal testo scompaginato), ma anche sul marzapane della torta e sulle bomboniere, che erano dei grembiuli da cucina fatti ricamare da un’altra amica argentina. Come si vede, la catena sociale delle collaborazioni è piuttosto lunga oltre che transnazionale!

Secondo me dunque un motto che fa parte della filosofia di vita di IcoCla, e che non ha mancato di emergere durante questo importante rito, è il seguente: per stare assieme, tutti danno una mano in cucina!!

ciao sposi Il viaggio speciale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.