al cinema

ieri io e Paola siamo andati al cinema. Paola mi propone “vediamo qualcosa di leggero…”. Cadiamo su Sex and the city. film ben curato come gli episodi della serie tv, punta tutto sulle battutine irriverenti delle quattro protagoniste. e sulla quantità infinita e inutile di accessori e di abbigliamento all’ultima moda. urletti ed esclamazioni arrivano oltre che dal film, anche dalla platea, appena si vedono un nuovo paio di scarpe col tacco 12 o la borsetta firmata.
non riesco a capire come ‘ste ragazze/donne che guardano il film riescano ad identificarsi con le protagoniste: queste sono “donne in carriera”, battute di soldi, che non pensano ad altro che a fare “scioppin”, a riempire l’armadio, o più o meno intensamente a fare del sesso. beh, insomma, posso capire l’ultimo punto, ma gli altri no.
il resto è piuttosto noioso. e le ragazze/signore al cinema mi infastidiscono pure, perché non si trattengono e commentano continuamente ad alta voce “ah, che belle scarpe… oh! che bel vestitoooo!! uuuuuuuhhhh!!!!!”.
comunque la storia è questa: Carrie e Big John vogliono sposarsi, lui al momento del sì non si presenta, lei lo molla, le amiche l’aiutano a tirarsi su, poi lei e lui si reincontrano.
a questo punto la scena cruciale. Lui si mette in ginocchio e dice: “Carrie, vuoi sposarmi di nuovo?” e lei risponde sbattendo gli occhietti “Sì”. a quel punto sono io che non mi trattengo e sbotto ad alta voce: “E allora te son proprio m*na!”. e tutte le persone intorno a sganasciarsi…
Eh, quando ce vo’, ce vo’!

3 pensieri riguardo “al cinema”

  1. Beh, mi son d’accordo con quel che ga dito el Dado.

    Perchè se fossi straricca come le protagoniste (cosa che non è) e se fossi in carriera come loro (cosa che neanche è, perchè sono in carriera più di loro, ih ih…), la mia massima aspirazione non sarebbe certo quella di _avere_ tutte quelle stortissime scarpe con vestiti (lungi da me!!), ma casomai quella di _fare_ cose interessanti in prima persona, e mi ci sto già allenando un po’…

    Quanto ai vestiti, quasi quasi ci farei un altro post.
    Sabato scorso, nel tentativo di comprarmi un tailleur nuovo, ho girato un po’ di negozi e ne avrò provati una ventina (dei quali solo DUE stavano sufficientemente adatti alla mia forma): che pizza il cava meti meti cava che no servi a niente…
    Alla fine ho rinunciato, dicendo ad alta voce mentre uscivo dal negozio: “basta: raggiunto il tempo massimo dedicato agli obblighi dell’apparenza”. Mi ero accorta di aver già speso più del doppio del tempo che ci voleva a lavare e stirare con cura il tailleur che avevo già…

  2. beh anche voi, che filmS andate a vedere? 😐
    vi consiglio “Il Divo”, piuttosto, anche se si ride molto meno…

  3. effettivamente non siamo pratici di questo tipo di film. volevamo proprio vedere “il divo”, ma Paola era un po’ giù e abbiamo deciso per qualcosa di easy. in effetti il morale è migliorato; pensare a quanto la gente si possa abbassare ti fa sentire meglio…
    il prossimo film lo scelgo io… =)
    ciao! DV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.