da Grasse a St. Paul a Cannes

Ciao a tutti, ecco il “Davidaola report” che aspettavate!
allora: in questo momento siamo a Cannes, a due passi dalla Croisette (quel posto figo dove passano i divi quando c’e’ il festival).
ieri mattina siamo partiti da Grasse, che sta sulle colline (percorrendo una strada in una valle stupenda, silenziosa e senza automobili), e ci siamo diretti verso St. Paul de Vence. una splendida cittadina medievale, con le mura e tutto (su flickr come al solito alcune foto). le stradine strette, pavimenti in pietra, case di pietra ma fiorite, sono incantevoli. St. Paul e’ una specie di galleria di arte comune, cioe’ ci sono un sacco di atelier di arte in tutte le strade, ed espongono artisti emergenti. certo che a un chilometro c’e’ la Fondazione Maeght con opere di Miro’, Leger, Takis, che sono su un gradino superiore… quelle di Miro’ sono simpaticissime tra l’altro. e Takis mi e’ piaciuto tanto con le sue sculture “musicali”. fate conto, dieci pannelli bianchi, con una corda di chitarra attaccata. una bacchetta di ferro appesa in alto che percuote la corda. un meccanismo automatico che ogni quarto d’ora aziona degli elettromagneti che attirano la bacchetta che percuote la corda. risultato: una composizione elettromusicale molto interessante. dura una decina di minuti e dopo un quarto d’ora ricomincia…
bon. il posto molto carino. stamattina abbiamo lasciato la camera e siamo partiti per Cannes. ma quanto in alto eravamo a Grasse??? da Grasse a St Paul abbiamo fatto soprattutto discesa, anche ripida, e da St. Paul a Cannes ancora discesa… comodo! =)
la costa e’ ovviamente in piano, e siamo arrivati prestissimo qui a Cannes. Oggi pomeriggio abbiamo preso il traghetto e siamo andati a visitare l’isola di Santa Margherita, di fronte a Cannes, dove c’era la prigione della “maschera di Ferro”. niente di troppo interessante comunque… fa niente… anzi no, fa 11 euro a cranio di biglietto andata/ritorno. bon lo stesso.
fra poco andremo a cena e a cercare un po’ di musica magari.
domani se sara’ bello ci faremo una giornata di mare finalmente. per adesso abbiamo fatto solo un “toc” a Juan Le Pins, il tempo e’ bello solo a tratti e non fa tanta voglia di bagno.
al prossimo report, baci Davidaola!
St Paul Le vence stratos isola di s.ta Margherita IMG_9994

2 pensieri riguardo “da Grasse a St. Paul a Cannes”

  1. Curioso, una bacchetta che percuote una corda genera sempre una sola nota. Se oguno del 10 pannelli possiede una corda e una bacchetta, sono 10 note. Ne esce una melodia un po’… cantilenante, allora, vedo se trovo qualche ulteriore descrizione su Internet. Ciao e buon proseguimento di viaggio, Fabrizio.

  2. Ciao Fabrizio! come va Iris? sto facendo il tour de france e dovunque mi giri e mi volti vedo uffici “generali”. vi va che faccio un controllo, tanto che passo???
    logicamente la trasferta si mette sul conto spese di Fabio, no?
    le corde erano tutte della stessa lunghezza e spessore, e praticamente intonate uguali. il timbro che ne usciva era regolato diversamente da un piccolo amplificatore per ogni pannello. il tutto era praticamente “monotono” (con l’accento sulla terza o, che sulla tastiera francese non c’è), ma ritmato.
    grazie del saluto, a presto
    Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.