Prova a catturare le immagini della notte, se ci riesci…

Sarà che il clima ventonevoso di questi giorni me ne fa sentire la mancanza, ma questa notte ho sognato di fare una bella passeggiata in bosco con il sole caldo del tramonto.
Il mio programma era salire il sentiero del monte Cimon (chissà se esiste davvero?) per arrivare a visitare un trio di laghi che portava lo stesso nome.
La scarpinata nel bosco era intervallata da percorsi fatti a scale di legno, che per qualche fantasioso motivo si arrampicavano anche su per i tetti delle osterie, e portavano ad ampi panorami sulle colline e sotto nuvole iridescenti.
La vegetazione era ancora tinta d’autunno, e io cercavo a più riprese di fotografare questi splendidi paesaggi, però l’immagine che inquadravo non era mai uguale a quella che poi rivedevo nel monitor della macchinetta fotografica. E naturalmente, in quell’ambiente onirico il pulsante dello scatto non si premeva bene: bisognava pigiare più volte e non si era mai sicuri che l’immagine fosse stata salvata. Per cui mi dicevo: “Che strano, oggi la macchina fotografica funziona male come nei sogni…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.