Lo stato dell’arte in FVG

Ieri siamo andati a vedere l’inaugurazione del neo restaurato Magazzino 26 in Porto Vecchio, dove sono state esposte le opere regionali della “biennale diffusa” insieme a quelle di artisti centroeuropei, di fotografi e di studenti degli istituti d’arte che hanno omaggiato il centocinquantenario dell’Unità d’Italia.

Abbiamo trovato molti nomi dei nostri tempi, dagli artisti contemporanei Under30 che avevo già incontrato a Buttrio, agli autori che frequentano abitualmente le sale espositive triestine (Comunale, Rettori Tribbio, qualcosina anche della Lipanjepuntin); dai fotografi popolari (Franco Pace, Marino Sterle) alle installazioni-idea del Museo della Bora. Da una imponente Centauromachia disegnata con la sanguigna da Rossana Longo, a un fotografico mare impetuso, enorme lavoro a matita di Serse rientrato da Pechino.

L’operazione, secondo me, ha riunito uno strano mix di lavori accessibili e ricercati.
Non abbiamo certo visto creazioni coraggiose ed estreme come quelle che si espongono all’Arsenale di Venezia (anche se il Magazzino 26 fresco di rinnovo faceva l’occhiolino a quel tipo di spazi espositivi), però Dado ha potuto dire: “Finalmente si respira un po’ d’aria nuova“.

i visitatori tra le opere Centauromachia di Rossana Longo opere degli studenti del Nordio folla al Magazzino 26
eruzione di numeri le vele di Franco Pace grafica in stile orientale effetto Tindall
tacchi alti per l'inaugurazione tramonto estivo cielo del tramonto estivo Davidaola self shot

2 pensieri riguardo “Lo stato dell’arte in FVG”

  1. in questo magazzin una volta iera dei MMGG, lavorava nonno ALFIO
    la el gaveva un sgabuzin el fazefa el guardian ,
    la iera la fabbrica de scarpe della LUKI (fabbrica de scarpe),dopo el doveva
    verzer i magazzini la vicin che ghe veniva richiersi,
    chissà cosa che el diria adesso che xe cusi bel
    ciao ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.