Ciao stagno, ti presento Dado

Lo stagno di villa Giulia, in questa stagione, non ha più le ninfee sul pelo dell’acqua, e mostra pochi cenni di attività: se ne sta più “nascosto”.
Per notare quello che succede, bisogna stare in silenzio per diversi minuti, come sempre in questi luoghi della calma.
Ed ecco che tornano fuori, liberati dal rumore della mente, i segnali più nitidi: i fruscii del vento, il canto degli uccelli lontani; le libellule che girano a coppie; le bolle d’aria che salgono dal fondo dell’acqua.
E il blu del cielo, dietro alle foglie, intenso come l’aria fresca.

la passeggiata verso lo stagno ancora il blu del cielo Paola e lo stagno lo stagno di villa Giulia
sopra lo stagno Paola e lo stagno il ramo nell'acqua Dado e il bosco
il cielo blu dietro le foglie green Dado al sole materia organica nello stagno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.