HSH Chapter 3 – ricerche d’archivio

L’altra mattina sono stata al Catasto, a vedere le piantine storiche dell’appartamento su cui abbiamo puntato la nostra “bandierina”.
Devo dire che la piantina del ’73 (realizzata a penna su carta millimetrata trasparente, con tratti non rigorosamente paralleli) era palesemente stata ottenuta ricalcando da un disegno precedente (magari quello del Tavolare).
La migliore mappa, invece, è quella del progetto costruttivo di origine depositato nel 1904 all’Archivio Tecnico del Comune: quelli sì che erano disegni!

Quando mi stavano consegnando la visura catastale storica, allo sportello vicino a me si è svolto questo scambio di battute. Un tipo si avvicina a un addetto (forse di sua conoscenza) saltando la fila:

A: ciao, scusa, posso chiederti una cosa?
B: sì, ma non con quel tono!
(tutti si voltano con sguardo di riprovazione per il richiedente, che in realtà aveva un tono normale, ma ormai era stato messo sotto la lente d’ingrandimento)
A: ti ho portato questa carta…
B: sì, ma no pianzer!…
(a quel punto “A” non ha più provato a dire altro, tanto ormai la stigmatizzazione era fatta…)

Chissà quante ce ne sono, di formulette come queste che sanno mettere in soggezione, nel repertorio di chi lavora allo sportello!

pianta del 1904 pianta del 1973

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.