Il cielo sorride – parte 3

Nella parte finale del volo da Copenhagen, si è raggiunta la vista sui campi coltivati della zona di Monaco.
Il sole ormai radente ne accentuava la trama e le ombre.
I campi verdi erano di un velluto più spesso di quelli gialli; i riquadri di cereali avevano i famosi “cerchi nel grano” (ovvero le zone con le spighe cadute quasi casualmente), oppure erano arati interamente, in una scansione di passaggi a serpentina. Le balle di fieno sembravano pulci lucenti, che spiccavano sopra la loro piccola ombra.
Laghi o canali passavano dal colore blu intenso come il cielo, allo stato di specchio imbevuto di luce, a seconda del raggio che li colpiva.
E su un campo di calcio gli omini, apparentemente immobili visti da lassù, erano tutti raccolti da un lato. Evidentemente c’era una fase di gioco che prevedeva una punizione o un corner.

Ero proprio pentita di non aver portato la macchina fotografica, ma così ho bevuto i panorami in modo più continuo con gli occhi, e per rendere l’idea ho raccolto dai voli più vecchi un po’ di foto di repertorio.

campi o piastrelle?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.