Pasquetta: gita fuori porta

Pranzo appena fuori dal portone:
in portico, con ‘suoceri’ e genitori.
Come rito di primavera,
le mamme si sono scambiate gli alberi figli:
regalato un arbusto di due anni,
nato da seme, cioè dall’osso
di un amolo caduto dall’albero più grande.
Lo abbiamo portato in processione,
insieme agli altri doni:
un’incensiera di dolci zuccherati,
pervinche, iris e terra buona.