Anno nuovo macchina nuova

Quando ho portato a casa la nuova macchina da cucire, una Brother elettronica di seconda mano, ho aspettato qualche giorno prima di iniziare a usarla. Ero ancora affezionata alla macchina precedente, prevalentemente meccanica, e usavo la scusa di esaurire il filo che vi avevo caricato, per non lasciarla troppo presto.
E se quella nuova fosse stata troppo difficile da usare?

Eppure, prima dell’arrivo dell’anno nuovo, dovevo almeno provare alcuni dei nuovi punti.
Quindi ho ricamato su un campione di prova: campanule, trifogli e rombi.

Fatta.
Non era difficile.

Da quel giorno, la nuova macchina da cucire non è più stata ferma.

Ho finito il secondo quilt da appendere che, come il primo, è in attesa di essere trapuntato (manca la spedizione degli ultimi accessori da cucito).

Ora che ho preso questo ritmo da patchwork in piena, adatto al periodo delle feste, come farò nei prossimi giorni quando la vacanza sarà finita?

Meno male che, durante l’incontro organizzato al volo con Francis, tornata per pochi giorni dalla Scozia, abbiamo potuto sfogarci a chiacchierare dei momenti rubacchiati per la creatività.

gamma di verdi a volontà il retro del lavoro in corso il secondo quilt primi punti di prova
quasi cento punti da ricamo il bobinone di filo bianco! esercizio: crazy quilt la macchina nuova usata

2 pensieri riguardo “Anno nuovo macchina nuova”

  1. Oh che emozione vedersi citata!
    🙂
    E’ stato davvero un piacere per me.. Grazie infinitamente del tuo tempo prezioso e dell’energia positiva! 🙂
    Fammi sapere se ti sono arrivate le cartoline! Un mega abbraccio!

  2. Vabbe’ citata non era la parola giusta, ma perdonami l’italiano haha
    io comunque non ci credo che hai imparato da poco a usare la macchina!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.