Priorità 

Passeggiamo insieme, ieri pomeriggio. 

Centro città, sole caldo e voglia di un po’ di frutta. 

Entro in un baracchino piccolissimo, di quelli che neanche ti muovi tra tutte le ceste stipate di ortaggi. Dado resta fuori, Diego mi segue, però quando esce, una cassetta di frutta lo intralcia e… patapumfete! Rotola giù sul marciapiede, per fortuna con le mani davanti. Un attimo dopo è in braccio a Dado, ed esprime forte la sua delusione: “uaaaaaaaaah!”. Io controllo le ginocchia… non sono graffiate, bene. La signora che lavora nel botteghino vuole consolarlo: “vieni dentro a vedere come faccio i succhi di frutta?” E Diego risponde: “Dopo, quando ho finito di piangere”. E ricomincia: “Uaaaaaah!”