Il pitagorico notturno

E’ notte. Sono sveglia, che mi giro da un po’.
Tra una ronfata e l’altra, parte una sentenza del Dado:

“El medio, la metà de tre o quattro, xè due.
Niente, basta, tutto qua”

Tag:

Commenti

Il ritorno del sonniloquio

Ore tre di notte.

Dado: “Palla, hai dell’acqua?
Palla: “Eccola, prendi la bottiglietta

Palla: “Perchè tieni la bottiglietta in mano e non bevi?
Dado: “Perchè è per giocare!

Tag:

Commenti

Dado dice le cose all’incontrario

L’altra notte Dado si è messo a parlare nel sonno.

Dado (di schiena): blbsbss…
Palla: Cosa? Non ti sento!
D (si gira): Tutti i movimenti sembrano piccoli al microscopio!
P: Cos’è? Un sogno?
D: No
P: E’ la realtà?
D: Sì!
P: La realtà di cosa?
D: E cos’ te vol savèr, dèi…

E ricomincia a ronfare…

commercial

Tag:

Commenti

Un mondo pulito e non ingenuo

Il mondo delle foto.
Il mondo della radio.
Il mondo dei libri.
Respiro.
I nostri amici ci invitano a cena.
I nostri amici ci invitano a vederli a teatro.
Ale parla nel sonno: tra le altre cose, dice DadoPao.
Telefono a Fra dalla stazione di Mestre; attacco bottone.
Mi telefona papi, dopo il rientro dal viaggio; dice: ciao da ‘ma.
Dado controlla il bilancio con me; i conti tornano.
Il tè è pronto dopo il drin dei venti minuti; Dado ride: “bevi il tè dopo che hai sentito il campanello?” “Sì, ovvio”, gli dico io.
Ho un appuntamento col Forum Donne.
Leggo le recensioni dei film.

E’ più vero questo.

Il mondo delle cose che mi piacciono.

Sì mi sono messa a dipingere...

Tag:, , , ,

Comments (1)

Io non russo, tutt’al più, chiacchiero…

Continuano le puntate del sonniloquio Dadico: Dado è come un oracolo, di notte emette sentenze che possono essere utilizzate per capire se le cose vanno bene o no.
In fondo, come sorpresa notturna, non è male. Come dice Dado: “Io non russo, tutt’al più, chiacchiero”.

Stanotte io ero ancora sveglia, che non riuscivo a prendere sonno, quando ad un certo punto Dado ha cominciato a parlare. Ecco il dialogo:

D: Hai sentito?
P: Cosa?
D: Che ti ho detto grazie!
P: Perchè?
D: Per le palle! Di caccole! Grandi palle, grande grazie, grande amore!
P: Sei sveglio?
D: Così così…

(ovviamente, la mattina dopo, Dado non ricordava nulla. Comunque mi sa che anche questa volta il responso dell’oracolo è stato positivo…)

tunnel infinito

Tag:,

Commenti

Sogno molesto e buon umore

Questa notte, Dado ha parlato nel sonno. Io ero sveglia e l’ho sentito: ecco di seguito il solito dialogo tra quella sveglia e il dormiente.

D: Che bel che xè!
P: cossa?
D: tutto!
P: bon per ti…
D: non so…

*********************
L’altra notte, ho fatto un sogno ripetitivo.
Vi capita mai di fare quei sogni in cui per esempio vi svegliate, e poi vi risvegliate, e poi ancora vi svegliate questa volta deve essere vero, e poi di nuovo vi svegliate che non era vero, eccetera…
Beh, stavolta mi è capitato questo.
Ho sognato di provare un nuovo look: sopra la maglietta bianca, volevo mettere la canottiera nera, insomma qualche volta si usa, no? Però, prima di poterlo fare, nel sogno mi dovevo togliere una felpa. Quella rossa di Emergency. E poi sfilavo un’altra felpa, stavolta blu. E poi avevo ancora un’altra felpa, che era bianca… Sogno molesto iterativo!

Il giorno dopo l’ho raccontato a Dado, che mi ha risposto così.
“Sai cosa vuol dire questo sogno? …Che avevi caldissimo!”
Eh eh… di questi tempi… è proprio vero!!

coppietta

Tag:,

Comments (2)

Giocare a bocce di notte

La scorsa notte, Dado ha parlato nel sonno; poichè gli ho dato corda, guardate un po’ cosa ne è venuto fuori…

D: Come se ciama quele robe che gira, co’ le noci, quala xè la definizion?
P: Ma xè una roba che se magna?
D: No
P: Xè una roba per giogar?
D: Più o meno…
P: Ma xè come le bocce de tuo papà?
D: Più o meno… Come se ciama?
P: …Bale noci!!
D: Mi stai prendendo in giro…

(e si gira dall’altra parte, ricominciando a ronfare…)

Petanque

Tag:,

Commenti

Filosofia notturna

Stanotte Dado ha parlato nel sonno (come già visto altre volte).
Siccome ero sveglia, gli ho dato corda per vedere come andava a finire. Sentite un po’:
D: bzbrubln
P: cosa?
D: il massimo, non c’è il massimo.
P: e allora?
D: non va bene. Non c’è il massimo del massimo.
P: Aaah. E il massimo cos’è?
D: LA PUZZETTA!!!

********************

p.s.: come ci sono finite le impronte del maiale sul soffitto?

Tag:,

Comments (3)

Dado parla nel sonno

L’altra notte, in un momento qualunque, Dado si è messo a parlare a voce alta.

D: HAI SENTITO COSA TI HO DETTO?
P: Cosa?
D: HO DETTO CHE TI AMO!
P: Ah, che bello. Ma stai parlando nel sonno?
D: NO!!

E invece sì. Subito dopo, Dado si è messo a ronfare, e naturalmente la mattina dopo non ricordava nulla dell’episodio.

In sonno veritas.

Tag:

Comments (2)

Ciacole notturne

Di solito è Dado quello che parla nel sonno; se interrogato, risponde. Dice cose come: “se tu fai il sensore, io faccio l’allarme”: l’approccio è tecnico.
Ora mi ha attacccato il vizio: sembra che stanotte ho parlato nel sonno anch’io! Secondo me, avevo in mente la coreografia di un ballo di gruppo…

P (dorme): Dovremmo organizzare questa cosa… *#@…
D (sveglio): Cosa? Ripeti!
P (dorme): devono mettersi tutti da una parte…
D (sveglio): E come pensi di stare tu?
P (dorme): Ah, io starò in mezzo!

Tag:

Comments (2)