Scambio di battute da pomeriggio piovoso

P: “Giorno libero, ma senza bel tempo…”
S: “Allora puoi disegnare!”
carol

Tag:,

Commenti

Il mondo è clamorosamente imperfetto

autoritratto

L’altra notte ho sognato di essere, con Barbara, in un internet point.
Sugli schermi dei pc, non dei monitor funzionanti, ma dei videogiochi a labirinto, completi di sferetta metallica, che doveva trovare la sua strada come in un flipper. Ci inoltriamo tra la folla fino all’unico pc funzionante. Dapprima Barbara era insicura, in mezzo a troppi nerd, poi ha preso possesso del mouse anche lei: “Qual è la password, qual è la foto da scaricare?”

L’altra notte ho sognato di essere vestita in modo molto sexy, in un ambiente completamente maschile. Abiti rossi e neri, tacchi forti, gonna stretta, cappotto a falde larghe. Scendo le scale di un albergo finlandese, i piani si inoltrano tra luci sfavillanti. La vista si apre davanti ad un ristorante-casinò. Sono sul ponte sotterraneo di una nave da crociera.

L’altra notte ho sognato di andare sul lungomare in taxi. Ad improvviso, poco dopo Muggia, dico “Stop!”, e salto fuori dalla porta, alla vista di un conoscente in barca. “Anche io voglio prendermi una barca”, dico. “Una barca a remi, piccola, quanto basta per allontanarsi dalla costa. Non sentire più il rumore del traffico. Fermarsi a leggere circondata dall’acqua”.

Tag:,

Commenti

C’è anche il bianco e nero, dentro

sottobosco

Tag:

Commenti

Posso stare bene per ore di seguito, a modo mio…

Oh, ecco, questo è il secondo disegno che ho completato all’interno della stessa giornata.
Potrei tranquillamente andare avanti con un terzo…

giovanna

Tag:

Commenti

Disegnare è un gesto istintivo

le mani del Dado

Tag:

Comments (2)

Serena

Ecco un ritratto della mia amica Serena
Déja Serena

Tag:, , ,

Commenti

Competizione tra la matita e il carboncino

carboncino e matita

Tag:

Commenti

Giusto un po’ di luce

evanescentclarita

Tag:

Commenti

Sogni o disegni?

Sabato scorso, come in un ritorno ai vecchi tempi, ho completato due disegni in un giorno solo.
La sera, prima di andare a dormire, sono andata a riguardarli, col tipico piacere di chi ricontrolla la creazione appena nata e ormai autonoma, come se fosse spuntata a sorpresa per conto suo.

La notte successiva, ho sognato di cercare di nuovo gli ultimi due disegni fatti, perchè li volevo mostrare a qualcuno. Poichè i sogni sono sempre imperfetti, i disegni che riuscivo a trovare erano sempre diversi, generati casualmente dalle fantasie oniriche: dalle carte varie spuntavano decine e decine di disegni, ma mai quelli che stavo cercando. Alla fine mi ritrovavo con un plico alto così di opere: la fissazione alla ricerca notturna aveva fatto moltiplicare infinitamente i lavori realizzati, e ovviamente non aveva appagato il desiderio di rivedere gli ultimi due.

Mi sono ricordata le parole di un vecchio amico che si occupa di grafica: “Quando ho appena completato un’opera, devo tenerla vicino al comodino anche quando dormo, per soddisfare un eventuale bisogno impellente di riguardare com’è venuta anche di notte”.

carla soft

Tag:, ,

Commenti

Generale e particolare

Le matite carboncino si possono usare come un pennello.
Per il momento non le controllo ancora del tutto.
Ci faccio le masse, le luci. I dettagli diventano aleatori.
adriana

Tag:

Commenti