Tisana alla lavanda

La prima tisana di cui sono diventata adepta, oltre due anni fa, mi era stata portata da Ambra, in una bustina di carta rosa, “dimenticata” sul mio cuscino, in occasione di una sua visita.
Di quella stessa tisana (che non nomineremo per motivi di spionaggio industriale) oggi sono riuscita a riprodurre una buona imitazione, con delle piccolissime variazioni.
spionaggio industriale
A dire il vero, neanche per la sua inventrice era tutta farina del suo sacco: degli 11 ingredienti, tutti meno tre coincidono con quelli di una tisana allo zenzero della Sonnentor (produttrice di pregiati miscugli di erbe, da me preferiti insieme a quelli della Tee-House di Bolzano e Merano).
Ecco allora la ricetta che noi chiameremo: “tisana alla lavanda”.
miscela
La maggior parte degli ingredienti, a Trieste, si trovano a prezzo modico presso l’antica drogheria Toso. I pezzi più grandi come cannella, cardamomo e anice stellato andranno pestati in un mortaio.

Mescolare, metterne un cucchiaio in un filtro, aggiungere acqua bollente in una bella tazza, lasciare in per infusione alcuni minuti, e gustare il risultato!

infusione