La prima serata in bici dell’anno

Che temperature, questa settimana. Ci sono stati venti gradi di massima.
Ieri sera, in centro, ci siamo andati in bici. Una cosa praticamente estiva.
Il programma era una cenetta con gli amici Carluca ad un nuovo ristorante greco.

“Taverna con cucina greca”, ad essere precisi, dice il biglietto da visita del locale “Da Petros”.
La caratteristica più evidente del posto, probabilmente, è la musica greca in sottofondo. A ciclo continuo e uniforme. Ipnotizzante. Come presi da un sirtaki che non accelera mai, siamo usciti dal locale che oramai dondolavamo a tempo anche noi, senza smettere più.
Devo dire qualcosa anche delle porzioni, che erano decisamente grandi. Un cubo che sembrava un mattoncino, era il moussaka preso da Carletta. Io invece, con il primo di pasta sfoglia e formaggio, ci ho cenato due volte: una ieri, e una stasera, dato che me ne sono portata a casa metà.

Il pezzo più originale della serata comunque è stato il cadeau, ovvero il regalo, che ci han portato i nostri amici dalla Svezia (oltre ad una splendida maglietta in tinta col fiocco e con la mia canottiera verde). Una marmellata dal nome impronunciabile (si scrive hiortron marmelad), fatta con della frutta che si trova solo lì: le cluodberries, le bacche delle nuvole del cielo svedese…

il primo di sfoglia e formaggi Dado e Luca dal greco Carla col cubo di moussaka Carla che mi allunga il regalo
Palla coi capelli sconvolti Palla con la maglietta nuova Dado in bici in centro Dado in bici la sera

RSS feed for comments on this post · TrackBack URL

Lascia un commento