Contributo uguale da entrambi i generi

nuvole cucite nuvole infiltrate luce radente nuvole voraci

Torno stasera da una trasferta di tre giorni a Helsinki.
Helsinki è bella, mi sarebbe piaciuto visitarla. E invece no. Chiusa in un albergo vicino all’aeroporto, dovevo sorbirmi riunioni fiume e colazioni o cene di lavoro sempre con la stessa comitiva. Fuori buio, neve, e niente margine di tempo per raggiungere il centro città. Stavo come su un’astronave. Franci mi ha detto: “Pensa che quell’astronave sono io, e che tu sei un’astronauta…”. Questo mi consolava. La sera, prima di dormire, giocavo alle ombre cinesi con la lampada da tavolo.
Ho fatto solo un po’ di foto dall’aereo durante il viaggio d’andata.
E ho avuto conferma d’essere effettivamente sbarcata in Finlandia quando, presso i bagni dell’aeroporto, ho visto che c’era il servizio fasciatoio per accudire i bambini anche nel bagno degli uomini.

servizi

RSS feed for comments on this post · TrackBack URL

Lascia un commento