Cosa fare dalle 3 alle 4 di mattina

Se vi dico che a quell’ora mi capita di fare presine, scrivere lettere e mangiare biscotti, potete capire che sono abbastanza esperta del passatempo notturno.
Per stanotte, solo banale navigazione. Una prima citazione: couchsurfing.com. L’apertura mentale come scambio: ti ospito una notte sul divano, ti spiego la strada, realizzo per una volta l’imagine della casa come treno di passaggio. Abbiamo ospitato ieri Sarah, che già da tre mesi viaggia come couchsurfer.

Seconda citazione: second life. Ho visto solo un piccolo video: la creazione di una chitarra tutta di fantasia, segmenti del legno che apparivano tra le stelle sotto i gesti della virtuale mano. E’ chiaro il potere magico della seconda vita: c’è un’apertura in più sulle possibilità di creazione. Immaginare e realizzare con tutti i dettagli permessi dalla realtà virtuale.

Perchè ero sveglia alle 3 di notte Eppure domenica era una bella giornata Perchè abbiamo ospitato Sarah Foto by Sarah

2 Comments »

  1. davidaola » Ritorno ai laghetti rossi said,

    ottobre 12, 2007 at 21:54

    […] i laghetti rossi di Capriva avevo un conto in sospeso da un mese. Domenica scorsa, li ho ritrovati al primo colpo senza perdermi. Ho verificato che il […]

  2. davidaola » La piana del Preval said,

    agosto 22, 2010 at 18:47

    […] lungo la Piana del Preval. Proprio qui, anni fa, mi ero persa in bici con IcoCla e la loro amica canadese, mentre cercavamo invano la via per gli […]

RSS feed for comments on this post · TrackBack URL

Lascia un commento